Bando “ponte” Ricerca e Sviluppo | PMI

18 Novembre 2021

COMET segnala che da calendario degli incentivi alle imprese risulta in apertura a gennaio 2022 il Bando “ponte” Ricerca e Sviluppo per le imprese che finanzia iniziative di ricerca industriale e sviluppo sperimentale presentate da PMI e grandi imprese regionali del settore manifatturiero e terziario.

Beneficiari

Micro, piccole, medie e grandi imprese regionali del settore manifatturiero che svolgono attività primaria o secondaria coerente con il progetto e che sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese.

Spese ammissibili

  • Personale impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo;
  • Strumenti e attrezzature specifiche, strettamente correlate alla realizzazione del progetto (valore dell’ammortamento, secondo le percentuali fiscali ordinarie, per il periodo di effettivo utilizzo nel progetto);
  • Consulenze qualificate per attività tecnico-scientifiche di ricerca e/o sviluppo, studi, progettazione e similari, affidate attraverso un contratto a enti di ricerca e altri soggetti esterni all’impresa, indipendenti dalla stessa;
  • Prestazioni e servizi necessari all’attività di ricerca e sviluppo, ad esempio test e prove, servizi propedeutici alla brevettazione, certificazione della spesa;
  • Beni immateriali, quali costi per l’acquisto di brevetti, know-how, diritti di licenza e software specialistici, utilizzati per il progetto (valore dell’ammortamento, secondo le percentuali fiscali ordinarie, per il periodo di effettivo utilizzo nel progetto);
  • Realizzazione prototipi, quali costi per prestazioni, lavorazioni e materiali, inclusi componenti, semilavorati e loro lavorazioni, acquisiti da fonti esterne, per la realizzazione fisica di prototipi, dimostratori e/o impianti pilota;
  • Materiali di consumo, direttamente imputabili al progetto;
  • Spese generali supplementari di gestione.


Iniziative finanziabili
Progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale:

  • per l’acquisizione di nuove conoscenze e capacità al fine di sviluppare prodotti, processi o servizi nuovi o notevolmente migliorati;
  • specificatamente attinenti e rivolti alle aree di specializzazione e coerenti con le relative traiettorie S3;
  • realizzati nelle sedi o unità operative localizzate nel territorio regionale in cui l’impresa realizza abitualmente attività di produzione di beni o servizi, e in cui sono stabilmente collocati il personale e le attrezzature che verranno utilizzate per la realizzazione del progetto;
  • classificabili dal livello 2 al livello 8 del TRL.

Modalità di realizzazione del progetto

I progetti devono essere realizzati secondo una delle seguenti modalità:
– collaborazione effettiva tra imprese indipendenti – “progetto congiunto”;
– collaborazione con enti di ricerca;
– collaborazione con altri soggetti esterni all’impresa.

I progetti devono essere avviati in data successiva a quella di presentazione della domanda e avere una durata massima di 21 mesi dalla data di avvio.

Contributi e limiti di spesa

L’intensità del contributo varia in funzione dalla dimensione dell’impresa e dal tipo di progetto realizzato e copre dal 75% al 35% fino ad un contributo di limite massimo concedibile a ciascuna impresa pari a 1.000.000€.

Si ipotizza che il bando sarà pubblicato entro dicembre 2021 e che aprirà il 13 gennaio 2022 – con procedura valutativa a graduatoria

Per maggiori informazioni, criteri di valutazione e restare aggiornati sulla pubblicazione del bando, clicca qui.

Contattaci

Compila il form per inviarci una richiesta diretta, ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Privacy